Tag Archives: moda

La moda dell’infografica.

Io contro le infografiche non ho nulla, anzi mi piacciono pure.
Però mi pare che ormai se ne faccia una un po’ per qualsiasi cosa. Sia chiaro io non sono una guru dell’infografica, eh.

Ma mi sembra piuttosto inutile una cosa come questa:

…che infograficamente non dice niente di più di ciò che poteva essere infilato in un elenco puntato e in un eventuale grafico (con peso specifico Zero) a istogrammi.

Ma a voi non pare che questa osservazione valga anche per la maggior parte delle infografiche che vanno tanto di moda adesso?
Le infografiche non dovrebbero servire a rendere intelleggibili (e/o comparabili) dati con diversi sistemi di misura o di diversa natura?
Idee? Opinioni? Insulti? Link a infografiche davvero fighe?

(l’infografica è tratta da OnlineSchools.org, ed è stata ripubblicata da Mashable.com)

delle sfilate

oggi burberry ha sfilato a londra con al nuova collezione ai10/11. al di là del mero gusto estetico da profana (favolosi gli stivali, fantastici i colli a coste e terribili le pellicce), la cosa è stata interessante per un motivo molto preciso: la sfilata è stata trasmessa online live dal sito di burberry e ritrasmessa sempre online live da alcuni siti di riferiemnto (fra cui, DISCLAIMER, quello per cui lavoro io).
come è andata? bene. e male. (molto) bene per noi, siamo andati dritti come un fuso, visto tutto, trasmesso tutto. ovviamente tutto significa quello che burberry trasmetteva. (poco) male perché appunto, nonostante l’impegno pazzesco e sicuramente la sfida intrigante, talvolta si sono impappinati. e quindi per alcuni minuti c’è stato “nero” (ma era nella presentazione), sono partiti un po’ in ritardo e il pixellato a un certo punto sembrava essere il nuovo stile della casa per la prossima stagione fredda. ma la tecnologia non aiuta, ancora, molto spesso. e poi, del resto, la sfilata è andata liscia e quindi l’importante è quello.
però l’effetto è stato davvero bellissimo: curiosità fra i giornalisti, senso di appartenenza fra chi lo guardava da casa o dal lavoro, insoimma: il ritorno c’è stato e il popolo della moda online ha fatto le capriole.
e questo è stato solo l’inizio. adesso c’è da scrivere il resto. magari evitando le pellicce.